La tela di Berenice alla Galleria Ponzetta di Pietrasanta

 

Ultime visioni di un marinaio sparito

B.M. Due lettere dell’alfabeto disegnate con l’inchiostro di seppia e sangue seccato su una tela colore pergamena. Due iniziali supplicando di trovarlo, ricercare ancora, con queste indicazioni o questo cordino di Arianna.

 

La traccia del marinaio solitario era sparita, mangiata dalla sabbia mischiata al vento.

Rimanevano, degli schizzi su questo pezzo di vela della sua barca, evaporata anche lei al sole del Mar Rosso – ritirato dopo il crollo del Rift – Ultime visioni di un marinaio disperato: paesaggi di pietre arrugginite percorse da antiche e taciturne tartarughe e da venti incessanti, un popolo sfinito sfuggendo la siccità, lontano una bisaccia abbandonata – ormai? – una fidanzata nell’alberatura, era Prima ? Prima quando ?

Il geografo P.L’Hostis de Kervinic riporta che finiva la sua missione nell’antica Berenice lungo la costa nel suddetto Mar Rosso,

inizio anno 4002, quando un giovane Danakil lo avvicinó proponendogli in cambio di una tanica di acqua chiara il rotolo di vela diventata pergamena.

Oggi questa tela é appesa vicino a un’opera della coreana Kim Hee Kyung nello spazio della Galleria Ponzetta a Pietrasanta, a poche

miglia dalla costa toscana.

Contatti:  Francesco Ponzetta via Barsanti, 41 PIETRASANTA (Lu)

e-mail: f.ponzetta@icloud.com

  tel. 328 942 914 7

 

 

 

FrenchEnglish