Endurance

il grande tote

Rare & Insolite  Borse Accessori Oggetti

Slowdesign

di vele fortune di mare o preziosi tessuti di ortica selvatica  

Le borse sono fatte di vele “fortune di mare” in dacron strapazzate dalle burrasche salate di venti furiosi, a volte solo sfiorate da lievi brezze, sbiancate chissà dalle nebbie mattutine. 

Nello spirito Slowdesign, dal 1995, ricicliamo genoa, rande, trinchette, tormentine, grand hunier volant, spinnakers colorati: Creature emerse dalla chimica mutate in relations de voyages. 

Il Mondo du “Dehors”

Le vele vengono raccolte secondo la latitudine del nostro “pied à terre”: porti della Bretagna, Cornovaglia, Belgio, Olanda, delle isole dei Caraibi, adesso sulle rive del Mediterraneo. E lì vengono trasformate, sfuggendo al fuoco della discarica. 

Le borse dunque, appartengono con calma, al vasto Mondo du Dehors, dove passano la corsa del Sole, gli stratus e cumulus, il Noroît e il Libeccio, le Pleïadi e Antares la stella rossa, gli uccelli migratori, gli odori delle terre dopo la pioggia. 

Nati da semi, le piante di lino, canapa, bambù, ortica si rimpinzano di sole e di piogge prima di piegarsi sotto i telai. I nuovi tessuti sono pronti al taglio per nuove forme di ispirazioni contemporeane, curiose della ricchezza e delle virtù del mondo vegetale, ovviamente biodegradabile.

Condividere la Curiosità

 

Usciti dall’atelier, sono questi nuovi complici di origine vegetale: degli “arrangiamenti” con il quotidiano. Ben concreti, leggeri e amichevoli, per condividere la Curiosità, attenti a non inquinare sul loro e nostro passaggio. 

 

Complici o mani tese, come il Cuscino Wallaby di ortica o canapa lavorate da appassionati tessitori in Italia, imbottito (non di sostanze sintetiche) ma con la pula di miglio per rilassare la cervicale, il ventre o le mani ; per giocare: il  Backgammon nomade. 

Minimale, l’Hortus Ufficius, per incantarsi e partecipare alla Biodervisità -accanto alla scrivania- della germinazione di una pianta di pomodoro Piennolo del Vesuvio (delizia della pizza) o di un Baobab. Perché lui saprà catturare l’acqua e accogliere sotto la sua ombra anziani e bambini. 

Insolito Cestino delle dune, che unisce l’erba Poseidonia oceanica intrecciata, biodegradabile, a tessuti di cotone e stampe di onde giapponesi o una sottile vela.

Resistente e lavabile, le Pochette in polpa di cellulosa, un materiale innovativo che sostituisce la pelle:  per raccogliere appunti, disegni, mini iPad. 

 

Questi nuovi oggetti ci hanno aperto lucernari verso nuove materie, saperi, storie, esperienze e persone. 

E’ nostro piacere condividerli con voi, all’ombra di un schermo poco fresco.  P&V.

 

 

google-site-verification: googledb83107ae72a82b0.html
FrenchEnglish